GOTH.IT gothic punk resources









Home > Lista eventi > Dettaglio evento
ven 28/02/2020
EVENTO ANNULLATO

Atmosphere
Concerto Tribal Noise + Broken Up


flyer front
Evento annullato e rinviato a data da destinarsi


Tribal Noise + Broken Up (Wave records) live venerdì 28 febbraio

Djset dark wave/electro/'80 Ahndy Giuliani

Inizio live h 23.00

Inizio djset h 00.30

Mikasa club via Emilio Zago 14, Bologna

Link:
https://www.facebook.com/tribalnoisepostpunk
- https://www.youtube.com/watch?v=iBMM9xz1XA0

https://www.facebook.com/brokenupband
- https://www.youtube.com/watch?v=4rJRdDmQzfA&fbclid=IwAR2wQElTsDBG-QUrFmN...


I Tribal Noise si formano a Bologna nel 1983, il primo nucleo è composto da Cesare Ferioli alla batteria, Federico Poggipollini al basso, Andrea D'Alessandro alla chitarra, Giuseppe Yu Guerra alle tastiere e Giampiero Babbini alla voce.
Già alla fine del 1983, la line up si modifica con l'uscita di Andrea D'Alessandro e l'ingresso alla chitarra di Fabrizio "Felix" Frassineti.

Il gruppo si segnala per il cantato in italiano, le sonorità dark e new wave, le batterie tribali e per le atmosfere vicine ai Joy Division, The Cure e Siouxsie and The Banshees.
E' del gennaio 1984 la prima esibizione dal vivo allo Small Club Rock di Pieve di Cento (BO), assieme ad altri gruppi di Bologna, in un momento di grandissima vivacità musicale della città.

Dopo la seconda uscita live per l'importante rassegna musicale bolognese Centofiori, la formazione si trasforma in quella definitiva. Contemporaneamente all'uscita di Yu Guerra e Giampiero Babbini, alla sezione ritmica storica, Cesare Ferioli alla batteria, Federico Poggipollini al basso e alla chitarra di Fabrizio "Felix" Frassineti si unisce alla band Marzio Manni alla voce e chitarra.

Con questa formazione il gruppo, dopo varie performance dal vivo, registra nelle storiche cantine di Via San Vitale (già luogo prediletto per le prove da Skiantos, Confusional Quartet, Windopen e altre importanti band dell'underground bolognese), con la produzione di Roberto Terzani (Windopen, Litfiba), la prima demo "Tribal Noise" che contiene sei brani: Guerre dimenticate, Macerie, Buio, Oltre, Pensieri e Nuovo risveglio. Le matrici musicali sono ancora le stesse, temi vicini alla new wave con suoni piuttosto puliti e in alcuni tratti oscuri.

Nel frattempo la band intensifica l'attività dal vivo, e acquisisce via via un buon seguito caratterizzato da una diffusione capillare del nome che le permette una certa fama nella città e provincia di Bologna. Non c'è strada del centro storico, dove non compaia scritto sui muri il loro nome.
Nel 1985, ormai le sonorità si sono dirette verso un post-punk più aggressivo e distorto. I testi, sempre in italiano, affrontano argomenti diversi, meno ermetici ma più diretti.

La seconda cassetta, "Tenebre veloci", è prodotta in questo periodo e contiene quattro brani: Città in fiamme, Tenebre veloci su Bologna, Resisti! e Inferno senza respiro.
Gli stessi brani escono in uno split con i Dead Relatives (band italo-svizzera di dark-wave sperimentale) su cassetta allegata ad una fanzine indipendente milanese distribuita in tutta Italia dal nome "VM".

L'attività live procede con esibizioni che toccano locali storici di Bologna quali il QBò, iI Casalone (ora Covo Club), altri come l'Aleph di Gabicce, il Vidia di Cesena, ma anche attività di supporto a band in tour in Italia quali Flesh for Lulu, Inca Babies e Billy Bragg.

Nel 1986 registrano per la C.A.S. records di Bologna, l'etichetta dei Nabat, il primo EP che contiene tre brani dei quali uno inedito: Non importa ciò che vuoi, oltre alle ormai classiche Tenebre veloci su Bologna e Città in fiamme.

Il progetto della label è far uscire un EP su vinile con distribuzione nazionale. Nello stesso periodo i Tribal Noise aprono per vari concerti dei Nabat tra cui il Traverse Club di Ginevra (CH).

Purtroppo l'EP non sarà mai pubblicato per subentrati problemi economici di C.A.S. records e dopo decine di concerti e due cassette pubblicate in modo indipendente nei primi mesi del 1987 la band si scioglie.

Broken Up
Dalle luci stroboscopiche dell'electro pop e dall'oscurità della new wave nascono Broken Up grazie ad un'idea di Dedo Panzera a cui partecipa sin da subito Max Caselli, rispettivamente bassista e chitarrista di due band leggendarie nel panorama wave italiano (Intelligence Dept. e Go Flamingo!).
Ai due musicisti si unisce la cantante Chiara Boldrini e Tom Lampronti alle tastiere.
Le innumerevoli esperienze e le diverse influenze musicali trovano la loro sintesi nel lavoro d'insieme della band ed è così che i Broken Up bussano con decisione alla porta della musica indipendente, pronti a scardinarla. L'album di debutto "Soul victim" esce proprio il 28/02/2020 per la brasiliana Wave Records!


Ingresso 5 euro con tesserae AICS
Con la tessera AICS è possibile accedere anche al Locomotiv, Freakout e Link, tutti club dove troverete ottima musica.
- INFO - 39 388 94 13 542 -
https://www.facebook.com/atmosphere.bologna/
https://www.facebook.com/AtmosphereRecordsCollective/
http://www.atmosphererecords.it/

Evento inserito il 21/01/2020, ultimo aggiornamento del 26/02/2020, visto 418 volte (rate:1.31)
Artisti in concerto:
Tribal Noise
Broken Up
Mikasa
Via Emilio Zago, 14
Bologna (BO)
Organizzazione evento:
Atmosphere
Se siete a conoscenza di informazioni non segnalate su questo evento (prezzo del biglietto, orari, concerti o altro) oppure in caso di errori o imprecisioni potete segnalarlo all'indirizzo [protected].
Desideri ricevere una mail settimanale contenente tutti i prossimi party e concerti?
Iscriviti alla newsletter di GOTH.IT!
Commenti e informazioni aggiuntive


Se desiderate aggiungere un vostro contributo usate il pulsante nuovo contributo in basso.

GOTH.IT non e' responsabile del testo riportato nei messaggi inseriti. Eventuali messaggi dal contenuto particolarmente offensivo o che verranno ritenuti non idonei saranno eliminati.

Nessun contributo
Editor contributi
Nome:E-Mail:
Titolo:
Commento:

mostra emoticons
home | updates | events | resources | newsletter | guestbook | cerca | credits | banner | [protected]
L'intero contenuto del sito e' inserito dagli amministratori di GOTH.IT, dai suoi visitatori e tramite segnalazioni pervenute da terzi. Ne GOTH.IT ne alcuna persona coinvolta con questo sito può essere ritenuta responsabile per qualunque informazione errata, parziale o fuorviante. Vi consigliamo di verificare la veridicità di quanto segnalato contattando i locali, le organizzazioni, i siti degli artisti o quanto può servire a riguardo.
Nessun compenso, in qualunque forma, viene richiesto o percepito per l'inserimento o la modifica delle informazioni presenti su GOTH.IT.
Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.